Post per “banca”

Certe volte dev’essere proprio il destino che si accanisce. Il Celestino e la Piera sono sposati da trent’anni, hanno lavorato tutta la vita come muli e adesso, che dovrebbero godersi il meritato riposo nella loro cascinetta di Alzano Lombardone, la legge della ministra piangente con la complicità di una banca sanguisuga li ha ridotti sul lastrico. Meno male che Pio ed Emilia, i due amatissimi figli, sono sistemati… o almeno così credono mamma e papà. Dopo un’esistenza da formichine, dunque…(redazione)

Pensione Maria Guido Bagatta Cairo Editore ebook euro: 6,99 «Ci ho pensato tanto: chi potrà mai sospettare di due vecchi pensionati che anche il loro paese di campagna ha praticamente dimenticato, tanto sono invisibili per tutti? Il venire dal nulla sarà la nostra forza, credimi.» Certe volte dev’essere proprio il destino che si accanisce. Il Celestino e la Piera sono…

Banca Etruria, Banca Marche, Cassa di Risparmio di Ferrara e Cassa di Risparmio di Chieti sono le banche che da anni rifilavano obbligazioni senza valore ai loro correntisti. Alcuni di loro hanno perso tutti i loro risparmi. Dal primo gennaio 2016 non è più in vigore la legge che garantiva l’intervento statale per salvare gli istituti in difficoltà. Le banche potranno fallire e saranno i risparmiatori a pagare. Che cosa possiamo fare, quindi, per mettere al sicuro il frutto dei nostri sacrifici…(redazione)

RISCHIO BANCHE Leopoldo Gasbarro Sperling & Kupfer euro: 14,36 Come evitare i buchi neri del sistema e mettere al sicuro i nostri risparmi Il 2015 si è chiuso con le proteste di migliaia di persone che hanno visto scomparire 790 milioni di euroin obbligazioni subordinate. A molti, il «bancario di fiducia» aveva detto che si trattava di un investimento sicuro….

“LA VERITÀ DELL’UOMO CHE HA SVELATO I SEGRETI DEI PARADISI FISCALI” PARTIAMO DA UN ASSUNTO, BANALE E SCONTATO: SOTTRARRE SOLDI AL FISCO, QUINDI ALLA COMUNITÀ È UN FURTO E QUINDI UN REATO. SU QUESTO DUBBI NON CE NE SONO. QUELLO CHE FACCIO FATICA AD ASSORBIRE È IL METODO CHE LA STAMPA HA UTILIZZATO PER COMUNICARE QUESTA NOTIZIA. L’ELENCO È NOTO DAL 2009, E NON È UN ELENCO DI EVASORI COME LO SI VUOL DIPINGERE, MA UN ELENCO DI POSSESSORI DI CONTI IN UNA BANCA SVIZZERA. TRA QUESTI SICURAMENTE CI SARANNO DEGLI EVASORI DEI BANDITI E DEI LESTOFANTI, MA PUBBLICARE COSÌ UNA LISTA DI NOMI SENZA UN SOLO DISTINGUO È CRUDELE, INUTILE E MESCHINO. IL SIGNOR FALCIANI HA RUBATO UN FILE ALLA BANCA CHE GLI PAGAVA LO STIPENDIO E LO HA VENDUTO, NON PUBBLICATO PER FAR SAPERE A NOI POPOLINO CHI SONO I CATTIVONI, E HA PERSEGUITO ESCLUSIVAMENTE IL SUO TORNACONTO. A QUESTO VA AGGIUNTO CHE LA DECISIONE DI COLLABORARE CON ALCUNI UFFICI INQUIRENTI SPARSI PER IL MONDO GLI È SERVITO PER POTER ACCEDERE AD UN PROGRAMMA DI PROTEZIONE, SEMPRE PER AVERE UN BENEFICIO PER SE STESSO. NONOSTANTE I MIEI SFORZI NON RIESCO A VEDERE FALCIANI COME UN NOVELLO ROBIN HOOD, ASSOMIGLIA MOLTO AD UN FACCENDIERE MOLTO ASTUTO CHE SA COME VENDERE AL MIGLIOR OFFERENTE OGNI PARTE DEL SUO MALSANO PROGETTO. MASSIMO DE MURO

EVASORI di Hervé Falciani e Angelo Mincuzzi Chiarelettere Editore ebook euro: 8,99 “IN BANCA ESISTEVA UNA STRUTTURA PER AIUTARE I CLIENTI A EVADERE LE TASSE E IO VOLEVO IMPADRONIRMI DELLE PROVE.” HERVÉ FALCIANI IN APPENDICE: PER LA PRIMA VOLTA RESI PUBBLICI ALCUNI DOCUMENTI (VISITING REPORTS), TRA LE MIGLIAIA CONTENUTI NEI FILE DI FALCIANI RELATIVI A EVASORI ITALIANI. ORA A DISPOSIZIONE…

DA ANNI ELIO LANNUTTI DENUNCIA GLI ABUSI ALL’INTERNO DELLA BANCA D’ITALIA, QUELL’ORGANISMO CHE DOVREBBE VIGILARE, SOPRA TUTTI, IN UN RAPPORTO DI INDIPENDENZA ANCHE DAL GOVERNO, SULLA CORRETTEZZA DEL MONDO BANCARIO PER SALVAGUARDARE L’ECONOMIA ITALIANA E I SOLDI DEI RISPARMIATORI. INVECE…(redazione)

LA BANDA D’ITALIA di Elio Iannutti Chiarelettere ebook euro: 7,99 SPRECHI, STIPENDI D’ORO, FAVORI PERSONALI: DENTRO I SEGRETI DELLA BANCA D’ITALIA, L’ISTITUZIONE PIÙ IMPORTANTE DELLA REPUBBLICA. TRA SCANDALI CLAMOROSI E COLPEVOLI “DISATTENZIONI”. E SULLA PELLE DEI CITTADINI RISPARMIATORI. Da anni Elio Lannutti denuncia gli ABUSI all’interno della BANCA D’ITALIA, quell’organismo che dovrebbe vigilare, sopra tutti, in un rapporto di indipendenza…

FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO: UNA MOSTRA (PRE EXPO?) MULTI SENSORIALE CHE CONIUGA I CINQUE SENSI IN UNA SCOPERTA LUDICO-GASTRONOMICA ATTRAVERSO LA MENTE. UN VIAGGIO CHE VUOLE RENDERCI CONSAPEVOLI DI QUELLO CHE MANGIAMO, E LO FA TRAMITE UN APPURATO BACKSTAGE, UN DIETRO LE QUINTE STUDIATO NEI MINIMI DETTAGLI, PARTENDO APPUNTO DAI SEMI, FINO AD ARRIVARE “AL PIATTO”. OSPITE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE DI MILANO, LA MOSTRA HA APERTO I BATTENTI IL 28 NOVEMBRE E TERMINERÀ IL 28 GIUGNO 2015. UNA VERSIONE RIDOTTA E INTERATTIVA DI EXPO 2015, MA CHE COMUNQUE HA ANTICIPATO IL GRANDE EVENTO MONDIALE, PROMUOVENDO IL TEMA COMUNE DI “NUTRIRE IL PIANETA, ENERGIA PER LA VITA”; AFFRONTANDO, PERÒ, L’ARGOMENTO DA UN PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO. DIVISA IN QUATTRO SALE, LA MOSTRA INIZIA CON L’ESPOSIZIONE DI CENTINAIA DI SEMI, OGNI TIPO RACCHIUSO IN UN BARATTOLO DI VETRO CON ANNESSA ETICHETTA CHE NE DISTINGUE NOME E ORIGINE; UNA RIPRODUZIONE IN SCALA DELLA BANCA DEI SEMI PIÙ IMPORTANTE AL MONDO: IL GLOBAL SEED VAULT DELLE SVALBARD. UN MODO SIMPATICO E ABBASTANZA SEMPLICE PER ILLUSTRARE A UN ESPERTO DEL SETTORE, O ANCHE A UN SEMPLICE CURIOSO, IL SIGNIFICATO TANGIBILE DI “BIODIVERSITÀ”. IL VISITATORE HA MODO DI FARSI UN IDEA… (continua) reportage di Ludovica Luisa De Muro

Food, la scienza dai semi al piatto: una mostra (pre Expo?) multi sensoriale che coniuga i cinque sensi in una scoperta ludico-gastronomica attraverso la mente. Un viaggio che vuole renderci consapevoli di quello che mangiamo, e lo fa tramite un appurato backstage, un dietro le quinte studiato nei minimi dettagli, partendo appunto dai semi, fino ad arrivare “al piatto”. Ospite…